Sensazioni

Emozioni che ci possiedono,
come terre selvagge,
ampie e inesplorate.

Brividi che ci pervadono,
come carezze mansuete,
generose e conosciute.

Ansie che ci prendono,
come maschere anonime,
dubbiose e ambigue.

Marzo 2022

Le parole si trovano a fatica in quest’ora del mondo così oscura.
Tuttavia, mentre follia e insipienza governano l’umanità, il regno naturale cammina piano, ma inesorabile, verso il risveglio.
Qui, in questo angolino di mondo, le gemme si ingrossano e il ciliegio partorisce i primi fiori divini.
C’è molta sete, sete di pioggia, sete di uomini e donne diversi. C’è fame di vita, di vita rinnovata, semplice, vera e libera. C’è tanto bisogno di coscienza, di etica e di serenità.

Io sto con i civili

Criticare la Nato va bene, sono sempre stato contro la Nato, detesto la Nato, le sue guerre, la sua assurda pretesa di esportare la democrazia massacrando civili. Ma criticare la Nato non mi porterà mai a essere dalla parte di un dittatore guerrafondaio. Non starò mai con uno che ha sempre calpestato i diritti umani, con un oscurantismo omofobo, con uno che gioca in modo cinico e spietato con la vita delle persone per la sua sete di potere. Tanta gente giustifica Putin. Io no. Non lo farò mai. Non credo alla favola di “Putin liberatore”, che circola negli ambienti sovranisti e rossobruni, come non ho mai creduto alla bugia propagandistica della Nato “esportatrice di democrazia”. Sto con i civili colpiti dalla guerra. Sono contro il militarismo e tutti gli autoritarismi.

Errori

Molte volte penso al passato e agli errori fatti.

Gli errori, come dicono gli psicologi e i saggi, non fanno solo male ma sono anche un’opportunità. Per questo non vanno demonizzati ma accettati come ingredienti necessari, e spesso preziosi, di ogni esperienza. Gli errori permettono infatti di sperimentare, di esplorare le varie possibilità, fino a individuare la decisione migliore.

La verità è che non siamo mai pronti né abbastanza sicuri di nulla. Si prova, si sbaglia, si soffre e si spera di crescere.

Alla mia non più tenera età, non posso che confermare questa tesi.

Gli errori sono serviti, servono, sono esperienze. Se ne prende atto, gli si accetta.
La vita richiede molta pratica.

Ci sono ancora

Sento ancora palpabili le cicatrici passate, ci sono ancora.
Affetti feriti, responsabilità mancate, molte volute.
Avevo sperato in un disegno nuovo della realtà, in una forza che intervenisse a cambiare le cose con naturalezza e decisione, allo stesso tempo.
Invece, ci sono ancora.
Sono presenti e non le so gestire o meglio rimuovere.
Tornano casualmente e lievemente si insinuano nelle pieghe del pensiero, senza regole ma avvertibili, ci sono ancora.
Sono una regola e pertanto so gestirla ma vorrei tanto diventasse una eccezione, e non ci fosse più.

Quote #10

Le immagini sono come le parole: rivelano sensazioni, suggestioni ed emozioni in egual modo. Suggeriscono, motivano, esortano, provocano e feriscono in egual modo.

Una parola ha vari significati, un’immagine può averne molti di più.

Un’immagine esprime sempre qualcosa perché se manca un reale messaggio interviene la fantasia, il sogno, l’illusione, l’utopia.

Le immagini vanno oltre le parole, solo se si sa comprenderle.

Lo sguardo dentro

Ogni possibile percezione,
del tempo, dello spazio, del respiro,
attraversa destinazioni sconosciute dentro.

Mi fa pena chi non sogna e chi non cade mai.

Voglio ritrovare la meraviglia e quella luce
che sanguina vita, testarda come me.

Mi sveglierò un giorno forse,
più lontano dal dolore e più simile a me stesso.

Funzionamento

Una delle questioni peggiori della vita, dei rapporti e delle cose, almeno per me, è il non riuscire a comprenderne il funzionamento.
Posso pensare mille modi, costruire mille castelli, fare mille progetti ma, prima, debbo conoscere la struttura base, lo scheletro. Debbo prima capire bene se, il mio pensare, il mio costruire e il mio fare, ha un senso.
Non che tutto lo debba avere ci mancherebbe, ma che almeno non sia tempo perso e che almeno abbia un filo di valore.
Si potrebbe obbiettare che i tre elementi: vita, rapporti e cose, sono elementi distinti e quindi ci si deve rapportare in maniera diversa, ed è vero ma, per la legge di interconnessione, tutto è legato e quindi tutto ha un senso di funzionamento.