Nel bosco

L’aria profuma di freddo e di muschio benefico.
La luce penetra impastata con aria umida.
Il suono danza solitario in un silenzio religioso.

Consumando un’attesa che è concreta, tangibile.
Riposa in un letargo che è evidente, palpabile.
In attesa di un rinnovamento che verrà, visibile.

Spazio

C’è un senso di libertà,
nel vasto spazio verde azzurro,
che ognuno dovrebbe sentire.

Solo il bianco mutevole,
cambia il senso dello spazio,
sulla versione del mondo.


*alla mia amata montagna

Anche per te

Che sembri un mistero
sembri complicata
ma ami la semplicità.

Che chiudi la porta
ma aspetti che un’emozione
la sfondi.

Che hai giocato e perso
ritentato e fallito
con la vittoria nel cuore.


Che sei caduta
e senza darti per vinta
hai rialzato la testa.


Che chiudi gli occhi
e in silenzio sognando
aspetti il domani.


Che tocchi il cielo
in un secondo
mettendoci il cuore
.

Che non ti mostri
nascondendo una bellezza
come dentro una canzone
.

Che guardando il mare
ti ubriachi di sale
per poi volare alto
.

Che hai occhi pieni
di momenti già stati
e da vivere.

Percorso

La vita non è solo quella che è, ma
è anche quella che uno si immagina.

E’ una sottile resistente lastra
trasparente  tra sogni e realtà.

Un percorso articolato che inizia  con la vita
e prosegue sulla via per la morte.

Tempo

Tempo per piangere
Tempo per ridere

Tempo in salute
Tempo in malattia

Tempo per gli altri
Tempo per te


Tempo con la pioggia
Tempo con il sole

Tempo per l’astio
Tempo per l’amore


Tempo di pianto
Tempo di gioia


Tempo per la morte
Tempo per la vita

Ieri e oggi

Da piccolo
guardavo il futuro
come un qualcosa d’irraggiungibile.


Da ragazzo
ho fumato una sigaretta
come un qualcosa di proibito
.

Da giovane
ho studiato materie
come un qualcosa di inutile.


Da uomo
sognavo una vita
come un qualcosa di meritato.


Da vecchio
attendo il domani
come un qualcosa di bello.

Arcobaleno

Nero il caffè nella tazzina
Verde la tazzina sul tavolo
Rosso il tavolo della cucina
Bianca la cucina nella casa
Rosa la casa nella via
Grigia la via della città
Marrone la città sotto di noi
Azzurro il cielo sopra di noi

Arcobaleno il cuore dentro di noi

Aquilone

L’odore dell’erba appena tagliata nei campi.
Il sole arancione avvisa che l’ora dei giochi sta per finire.

Sfiorati da una brezza primaverile.

Rincasare prima dei richiami materni.
Stoviglie in porcellana bianca e vino rosso.

Tutto sottile e delicato, quasi trasparente.

Lenzuola che profumano di pulito.
Il caffellatte ancora bollente attende.

Giovinezza aleggiata, come un aquilone.

Notte

Notte,
regalami bei sogni pieni di ricordi,
dove il passato non lacrima ma gioisce.

Notte,
regalami bei riposi pieni di conforti,
dove l’abbandono non contrae ma rilassa.

Notte,
regalami bei pensieri pieni di stimoli,
dove il sentimento non scarseggia ma strabocca.