Dormire

Domani desidererei dormire. Di domenica, dopo decenni, desisto dal dedicare dolci dimore dormite. Domandandomi dove devo difendere delicato destino dai danni del disturbo, distrattamente delineo drastici dati. Desolato dipano discorsi distorti, dandomi disinvolte decisioni. Da due dirompenti direzioni, dovrò disciogliere disperate deficienze: dipingere, danzare. Dimenticando dolciumi, donando dolcezze, distanziando denaro. Dialetticamente divampano dissolute disposizioni. Dopotutto diventeranno dissolvenze, dappertutto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...